Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Autoveicoli e patenti di guida

 

Autoveicoli e patenti di guida

 

L’articolo 88 della normativa del traffico stradale turco e le relative leggi che sono entrate in vigore il 1° gennaio 2016 specificano le modalità previste per guidare in Turchia con patenti straniere.

La nuova normativa fissa a sei mesi la validità per la circolazione stradale in Turchia delle patenti emesse dalle Autorità di Paesi stranieri.

Oltre questo termine, le patenti di guida emesse dalle Autorità italiane dovranno essere convertite in patenti turche. Per conversione della patente si intende il rilascio, senza l'obbligo del superamento di esami teorici e pratici, di una patente turca corrispondente a quella italiana.

Una volta rilasciata la nuova patente, quella italiana viene revocata secondo quanto previsto dall’art. 130, comma c) del Codice della strada (D. Lgs. 285/1992).

Al fine di procedere alla conversione della patente sono richiesti i seguenti documenti:

- originale e fotocopia della patente di guida;
- traduzione della patente, autenticata dal notaio oppure dai consolati;
- fascicolo patente di guida (formulario da richiedere presso la Camera degli Autisti);
- documento di riconoscimento;
- certificato medico per la patente di guida (certificato attestante che l'interessato può guidare; deve essere munito di fotografia; può essere richiesto al medico di famiglia, ad un ospedale statale, oppure a strutture sanitarie private delegate dalla Direzione Sanitaria
Provinciale);
- ricevuta dei pagamenti necessari effettuati presso le banche convenzionate oppure presso gli uffici delle tasse (imposta per la patente, costo stampato a valore e costo servizio);
- 2 foto tessere (5x6 cm, a sfondo bianco, biometrico);
- certificato o autocertificato attestante il gruppo sanguigno.

Le patenti di guida straniere, una volta convertite in patenti turche, saranno accolte dagli enti di registrazione del traffico e restituite al Paese che le ha emesse.
Per brevi soggiorni in Italia (ad esempio per vacanze) è sufficiente munirsi della traduzione ufficiale della patente di guida da esibire a richiesta degli organi di sicurezza italiani. In caso di rientro definitivo, potrete guidare in Italia con la patente straniera fino ad un anno massimo dalla data di rientro, dopodiché occorrerà richiedere la sostituzione della patente estera ottenuta in sede di conversione. Sarà pertanto rilasciata una nuova patente italiana di categoria non superiore a quella originaria (art. 136, comma 5 del Codice della Strada).

Sono esenti dalla summenzionata norma le patenti di coloro che godono di immunità diplomatica, che restano valide per periodi indefiniti senza l’obbligo della conversione.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono contattare:

trafiktescil@egm.gov.tr

Contatti:
TRAFIK TESCIL SUBE MUDURLUGU
Gaziler Cad. No.:189 K:Z-1 Yenisehir / Konak / IZMIR
Tel: 0232 489 05 00

 

 


153